Quanta energia elettrica consumi in un anno?

Immaginate di essere a casa a guardare un bel film nella vostra cameretta quando improvvisamente tutto si fa buio, la luce si spegne, la televisione si spegne, la mamma urla perché era in bagno a fare il bagnetto al piccolo Leonardo e il papà, che stava leggendo un’ e-mail sul telefono, è l’unico che tranquillamente raggiunge la mamma in bagno cercando di illuminare le stanze con il cellulare.

Cosa è successo in quel momento?

La fornitura di energia elettrica a casa è stata interrotta e molti dei nostri elettrodomestici hanno smesso di funzionare.

Gran parte dell’energia derivante dalle fonti energetiche, rinnovabili e non, viene trasformata in energia elettrica che, sotto forma di corrente elettrica, viene trasportata per lunghe distanze e distribuita su tutto il territorio. Essa, una volta giunta a destinazione, può essere facilmente riconvertita in altre forme di energia (luminosa, meccanica, termica, ecc.) e utilizzata per far funzionare gran parte dei macchinari che utilizziamo, accendere luci, far funzionare televisori, consolle per i giochi, il frigorifero o ricaricare oggetti come computer e smartphone.

L’energia elettrica consumata dagli strumenti elettronici in casa si misura in quanti watt o kilowatt (watt x1.000) vengono consumati in un’ora (Wh, kWh).

Ogni famiglia ha un consumo annuo di energia elettrica.
I principali fattori da cui dipende il consumo di energia elettrica sono:

  • il numero di persone che abitano la casa e le loro abitudini personali di consumo;
  • le caratteristiche della casa, ovvero quali materiali sono stati utilizzati per costruirla;
  • il numero e la tipologia degli elettrodomestici.

Gli elettrodomestici sono suddivisi per classe energetica. La classe energetica non è altro che il consumo annuo di energia elettrica in un determinato elettrodomestico. I commercianti hanno l'obbligo di mostrare, per gli apparecchi per i quali è prevista, l'etichetta energetica, dove è visibile la classe energetica indicata con una lettera: la lettera A indica le classi energetiche più alte e quindi un minor consumo di energia elettrica e via via, scendendo con l’alfabeto, si va verso un consumo maggiore di energia; inoltre è visibile il loro consumo annuo di kWh. Tra gli elettrodomestici più energivori ci sono la lavatrice e lo scaldabagno; il frigorifero consuma relativamente poco ma è sempre in funzione.

energia

 

4energy

In questa immagine sono visibili le etichette energetiche di 4 diverse lampadine: come si può osservare al diminuire del consumo energetico aumenta la classe energetica. Si passa dalla classe A di una lampadina che consuma 163 kWh in un anno alla classe A+++ di una lampadina che consuma 65 kWh all’anno.

Gli elettrodomestici già presenti in casa potrebbero non avere più l’etichetta energetica, ma dovrebbero avere una targhetta dove viene indicata la loro potenza che può essere espressa in W o in kW. In alternativa le caratteristiche energetiche possono essere recuperate nelle istruzioni cartacee o online ricercando il nome e il modello dell’elettrodomestico. I watt (W) indicano la potenza dello strumento che non deve essere confusa con i wattora (Wh) che sono l'unità di misura dell'energia consumata.

Per arrivare al consumo dell'apparecchio si deve moltiplicare la potenza per le ore in cui è stato acceso.
Esempio: per sapere quanto consuma un ventilatore con una potenza di 70 W acceso per 8 ore alla velocità massima il calcolo è semplice: 70 W x 8 h = 560 Wh (0,56 kWh).

ORA TOCCA A TE!

Cecilia nella sua cameretta possiede:

  • una lampada da scrivania a LED, potenza 14 W;
  • un lampadario al soffitto con una lampada da 80 W;
  • una console per videogiochi con potenza di 310 W;
  • un caricabatteria per il suo cellulare che ha una potenza di circa 8 W quando il cellulare è attaccato per la ricarica e 0,04 W quando lo strumento è attaccato alla presa della corrente senza cellulare in ricarica;
  • un caricabatteria per il suo tablet che ha la stessa potenza di quello del cellulare.

icon remember Ricorda di staccare sempre i cavi di alimentazione dei caricabatterie se non li utilizzi!

Cecilia vorrebbe capire quanto è il consumo annuo di energia elettrica della sua cameretta.
Per risolvere il problema compila la seguente tabella e poi rispondi alle domande che seguono.

tabella energy

  1. Quanti wattora consumano tutti gli elettrodomestici di Cecilia in un giorno?
  2. Quanti kwattora consumano tutti gli elettrodomestici di Cecilia in un anno?
  3. Se il costo dell’energia elettrica è di circa 0,25 € ogni kWh, quanto spende Cecilia per la sua cameretta in un giorno e in un anno? Sapendo che una famiglia consuma in media 2.700 kWh in un anno, qual è la percentuale del consumo energetico di Cecilia rispetto a questo valore?
  4. Osservando la tabella quale strumento consuma di più nella camera di Cecilia?
  5. Quanto spende Cecilia di energia elettrica solo per giocare ai videogiochi?
  6. Se Cecilia giocasse un’ora al giorno con i videogiochi e durante il weekend tre ore al giorno, come cambierebbe il consumo di energia elettrica in un anno? E il costo finale?
  7. a. Calcola il consumo settimanale
    b. Calcola il consumo annuale.
    c. Calcola il costo annuale.
  8. Quanto spendi tu ogni anno per giocare ai videogiochi?

 

Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Copyright 2020 S. Lattes & C. Editori S.p.A.
Privacy Policy | Cookie Policy