Tutti dobbiamo pagare le tasse!

In Italia quando si percepisce un reddito, ovvero un’entrata economica, per un determinato periodo di tempo, è necessario pagare le tasse allo Stato.

Le tasse servono per soddisfare i bisogni pubblici di tutti i cittadini. Il contributo di ogni cittadino permette di accrescere il benessere di tutta la comunità in cui si vive. La condivisione, mediante le tasse, di parte della nostra ricchezza si definisce solidarietà sociale.

I contributi che i cittadini versano allo Stato servono, ad esempio, per pagare il sistema sanitario e, quindi, ricevere cure in caso di malattia; per pagare la Polizia di Stato ed essere difesi in caso di necessità; per finanziare la scuola pubblica e garantire il diritto di istruzione a tutti i cittadini.

Per questo motivo, ogni cittadino che percepisca un reddito ha il dovere di pagare le tasse per il bene proprio e della comunità in cui vive.

I redditi su cui è necessario pagare le tasse possono essere di diverso tipo.

  • Redditi da lavoro (autonomo o dipendente): lavorando si percepisce uno stipendio, che è una fonte di reddito.
  • Redditi da capitale: sono redditi derivati da rapporti finanziari; ad esempio, se il Sig. Rossi ha 50.000 euro in banca e su questa somma di denaro la banca gli versa sul conto ogni mese lo 0,3% di questa somma, il signor Rossi il mese successivo avrà in banca 150 euro in più (0,3% di 50.000). E così per tutti i mesi futuri. I soldi che lui riceve dalla banca sono reddito da capitale.
  • Redditi immobiliari: il Sig. Rossi possiede due case che affitta. I soldi ricevuti dall’affitto sono un reddito.

Redditi diversi: vincite alla lotteria, al Superenalotto.

La tassa sul reddito si chiama IRPEF (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche). È una tassa progressiva, in quanto colpisce il reddito in base alla quantità. Più il reddito è alto, più tasse si dovranno versare allo Stato. È un sistema detto anche “a scaglioni” perché i redditi sono divisi in cinque fasce di reddito, ad ognuna delle quali corrisponde una diversa percentuale di tasse. Questa percentuale si chiama aliquota.

Questi scaglioni sono riportati nella tabella. Per sapere l’importo delle tasse da pagare occorre considerare il proprio reddito; a quel reddito si deve applicare la relativa aliquota ottenendo l’IRPEF lorda, ossia l’importo in tasse da pagare.

scaglioni irpef
Fonte: forzearmate.eu

Se il reddito totale del Sig. Rossi è di 25.000 euro, dovrà dividere questa cifra in due parti: la prima parte di 15.000 euro sarà tassata al 23%, la seconda parte di 10.000 euro dovrà essere tassata al 27%.

23% di 15.000 = 3.450 euro

27% di 10.000 = 2.700 euro

Il sig. Rossi dovrà pagare allo stato 2.700 + 3.450 = 6.150 euro.

ORA TOCCA A TE!

Il sig. Bianchi guadagna in un anno circa 56.000 euro.

1. Calcola l’importo delle tasse che dovrà pagare il sig. Bianchi.

  1. Quanto paga di tasse per i primi 15.000 euro?
  2. Quanto paga di tasse per il suo reddito dai 15.000 ai 28.000 euro?
  3. Quanto paga di tasse per il suo reddito dai 28.000 ai 55.000 euro?
  4. Quanto paga di tasse per la sua quota oltre i 55.000 euro?
  5. Quanto pagherà in totale il Sig. Bianchi di IRPEF?

Il sistema fiscale, in molti Paesi europei è “a scaglioni”, proprio come quello italiano. Ciò che cambia è la divisione in diverse fasce di reddito al quale possono corrispondere aliquote di pagamento diverse. In questa tabella è riportato il sistema di tassazione inglese e quello francese.

UK taxation system

Laura si è appena laureata e sta cercando lavoro: le hanno offerto un impiego da 29.750 euro sia in Inghilterra sia in Francia.

2. In base alle tasse che dovrà pagare dove le converrà accettare il lavoro?

  1. Calcola inizialmente le tasse che dovrà pagare in Francia sul suo reddito da stipendio.
  2. Calcola successivamente le tasse che dovrà pagare in Inghilterra sul suo reddito da stipendio.
  3. Dove converrà a Laura andare a lavorare?
  4. E se lo stipendio offerto fosse di 35.000 euro le converrebbe ancora andare a lavorare in Francia?

 

Via Confienza 6 - Torino TO - Tel: 011 562 5335 - E-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
Copyright 2020 S. Lattes & C. Editori S.p.A.
Privacy Policy | Cookie Policy