Benvenuto nel Mathbox!
Il nuovo portale di Matematica dedicato alla Scuola Secondaria di Primo Grado

facebook-logo.pngemail-icon-lattes.pngphone-icon-lattes.pnglogo lattes

Si gioca...!


Consideriamo una giocata G e chiamiamo con V la somma che riceveremmo in caso di vincita. Indicando con la lettera M di “multiplo” un numero che, moltiplicato per la puntata giocata ci indichi la somma che vinceremmo, possiamo scrivere V=M∙G.
Ora ci dobbiamo chiedere come giudicare un gioco d’azzardo, cioè come sono le quote di vittoria in rapporto alla probabilità di vittoria P: questo indicatore lo chiamiamo R, “rendimento”.
Con R=M∙P si possono presentare tre situazioni:

R = 1. Gioco equo: il rischio è l’equa controparte della vincita;

R > 1. Il rischio per il giocatore è inferiore alla vincita: giocare conviene sempre!

R < 1. Il gioco è svantaggioso per il giocatore ed è conveniente per il “banco” (il caso più frequente).

Facciamo un esempio.

Consideriamo il gioco della roulette, dove ci sono 37 numeri, da 1 a 36 e in più lo zero; grazie a questa casella verde in più il banco ha maggior guadagno.
Ipotizziamo una vincita su un “pieno” (giocata su un numero secco); se vincete il banco vi restituisce 36 volte la posta. Essendo i numeri sul tavolo da gioco 37, la probabilità di un pieno è 1/37. Dunque il rendimento di questo gioco è

R=M∙P=36∙1/37=36/37≅0,973=97,3%

Il guadagno del casinò, di conseguenza, è di circa 2,7%, che può sembrare poco su una giocata, ma considerando le puntate di tutti i giorni non è poco affatto!

Come questo, tutti i giochi d’azzardo sono costruiti su attente regole matematiche, in modo tale che, anche se qualcuno ogni tanto vince, la somma totale dei soldi scommessi dai giocatori sarà superiore a quelli sborsati!

Scopri la Casa Editrice

lattes bottom

Lattes Editori pubblica libri di testo per la scuola secondaria di primo e secondo grado. Il catalogo offre agli insegnanti e agli studenti titoli sempre aggiornati sull’attività didattica e sulle nuove piattaforme multimediali per la scuola. Un impegno costante per la scuola digitale con particolare attenzione alla didattica inclusiva.

L'Autore

matteo

Matteo Molinari è docente di Matematica dal 2009 nelle Scuole Secondarie di Primo Grado di Roma e del Lazio. Ha svolto e svolge attività di ricerca e formazione in relazione alla didattica della Matematica con particolare attenzione alle nuove tecnologie. Ha collaborato alla stesura di diversi libri di testo per l’editoria scolastica. E’ autore di diversi articoli sulla storia della Matematica pubblicati sul portale online di divulgazione scientifica www.xlatangente.it.

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Leggi di più